Se oggi New York pullula di pub e club di musica heavy metal e hard rock, negli anni ’90 di certo la situazione era molto diversa, soprattutto a Manhattan. Fu così che Jimmy Duff decise di aprire il proprio locale a Bellevue Bar nel quartiere di Hell’s Kitchen, ponendo le basi di quello che sarebbe diventato il leggendario regno del metal.

Dopo essersi separato dal suo socio e aver dato il suo nome al locale, il “re” del metal si è spostato  su Marcy Avenue nel cuore di Williamsburg, a Brooklyn. Ma il passato non si dimentica e l’insegna del vecchio Bellevue Bar è lì, appesa tra poster, foto, locandine e oggetti vari che decorano ogni singolo centimetro delle pareti del Duff’s Brooklyn.

Il Duff’s bar!

Il Duff’s Brooklyn è un luogo difficile da dimenticare, perché di certo non è un locale come tanti altri. È uno di quei posti in cui appena varchi la soglia ti chiedi “ma dove sono finita?“. O perlomeno per me è stato così. Eppure, nonostante io non sia affatto un’appassionata di questi generi musicali, mi sono sentita a casa, in un luogo familiare, che quasi sembra una soffitta di vecchi oggetti stravaganti e oserei dire un po’ inquietanti: statua di Frankestein, lapidi, teschi, sedie delle torture, ecc. Ma a far sembrare il luogo meno “macabro” ci pensano le lucine colorate e i lampadari variopinti che pendono dal soffitto e rendono l’ambiente vivace e luminoso.

Frankestein!

Divanetti sparsi e tavolini riempiono una delle due sale, mentre l’altra, appena dopo l’ingresso, ospita il bancone del bar dove vi consiglio di fermarvi a prendere da bere: i drink sono molto economici e in alcune serate le birre costano solo 1 dollaro!

Negli anni il Duff’s Brooklyn è diventato una meta popolare non solo tra gli appassionati di heavy metal e hard rock, ma anche tra le più famose band internazionali di questi generi musicali, che hanno visitato il locale di Jimmy durante i tour a New York. Tra i “clienti” ci sono stati Rob Zombie, Pantera, Iron Maiden, Kerry King of Slayer, Celtic Frost, Exodus, Lamb of God, Machine Head, Suffocation, The Sword, Watain, 1349 e tanti altri.

L’aspetto stravagante e cool del locale ha portato molti di questi gruppi a promuovere il lancio di nuovi CD e DVD proprio nel Duff’s Brooklyn e contribuendo così alla popolarità di questo luogo.

Al Duff’s Brooklyn troverete pochissimi turisti perché non è un locale generalmente pubblicizzato dalle guide, ma se volete trascorrere una serata alternativa in un ambiente giovane e vivace nel quartiere di Williamsburg vi consiglio di farci un salto!

Come arrivare 

Niente di più semplice! Vi basta prendere una delle linee della metro M, J o Z fino a Marcy Avenue e il locale è proprio vicinissimo.