Se si dice (non so chi lo dice ma secondo me è vero!) che non si può comprare la felicità ma si possono comprare i cupcake ed è pressappoco la stessa cosa, allora ecco spiegato perché a New York sono sempre felici. Ogni momento del giorno, che sia a colazione, dopo un pasto o a merenda è sempre un momento buono per mangiarne uno e l’unico problema è proprio scegliere dove “fare rifornimento” di questi dolcetti colorati. Li avrete, forse, conosciuti grazie alla serie tv Sex&the City che li ha resi famosi e sono il dolce che più viene associato alla Grande Mela, tanto che le vie della città pullulano di pasticcerie, specializzate e non, dove rifugiarsi in caso di cali improvvisi di zucchero o crisi di panico che vengono il giorno prima del rientro in Italia 🙂

Difficile trovare cupcake cattivi a New York, anche se alcuni possono essere più dolci e burrosi di altri (in ogni caso dimenticatevi la dieta!), ma in generale sono tutti piuttosto buoni, anzi (davvero) deliziosi. Ne troverete di vari gusti, alcuni classici, tipo vaniglia, cioccolato, red velvet e oreo, presenti tutto l’anno, altri invece “stagionali”, ad esempio alla zucca in autunno, al lime o ai frutti in estate, ecc.  Io come sempre vi suggerisco di provare anche posti poco blasonati ma che vi ispirano, perché è bello anche scoprire posti nuovi, ma se volete andare sul sicuro, eccovi alcuni indirizzi utili!

Magnolia Bakery (401 Bleecker St)

Le metto per primi perché i cupcake di Magnolia Bakery sono i più famosi, dato che più volte la pasticceria è stata la location delle riprese di Sex&The City. Oggi è una catena con vari punti vendita, ma quello storico e più bello è su Bleecker Street: ha un’atmosfera un po’ vintage e ho adorato le tendine alle finestre, le tonalità pastello delle pareti e ogni piccolo dettaglio che decora il locale. Non ci sono posti a sedere all’interno, ma fuori, nella piazzetta di fronte al negozio, ci sono tavolini e sedie per sedersi a mangiare. Dato che erano in assoluto i primi che ho provato, sono andata su cioccolato e vaniglia, ma ce ne sono tante altre famose, come il pistacchio, la red velvet, ecc. L’impasto è davvero morbidissimo e la crema dolce, ma non troppo. Il prezzo di un cupcake è di $3,50.

Chocolate Power!

Molly’s Cupcakes (228 Bleecker Str.)

A pochi passi da Magnolia Bakery, sempre nel Greenwich Village, si trova questo piccolo negozio dalle atmosfere familiari, che riportano un po’ all’infanzia con i suoi arredi in stile scolastico: sì, perché Molly’s era la maestra delle elementari della fondatrice, che amava preparare deliziosi cupcake per i suoi alunni (avrei voluto esserci anche io tra loro). Per questo trovate sedie e tavolini simili a quelli delle scuole, lavagnette e giocattoli sparsi qua e là; alle pareti anche scatole di biscotti, di quelle tutte decorate che andavano negli anni ’50. La bontà dei cupcake di Molly’s si deve, oltre all’impasto, alla farcitura interna: ogni cupcake è infatti ripieno di una crema disponibile in tante varianti (burro d’arachidi, cookies, cheesecake, cocco e noci di macadamia, ecc. Questo cuore morbido all’interno, come tutte le cose inaspettate, è davvero gustosissimo. La particolarità di Molly’s Cupcake è che si può personalizzare il dolcetto in base ai propri gusti: potete scegliere l’impasto del muffin, il ripieno, la glassa e la decorazione tra le diverse varianti disponibili. Ci sono inoltre cupcake stagionali, vegan e senza farina. Il prezzo per i cupcake farciti è di $3.75.

Specifico che non ero da sola (ma non dubitate delle mie potenzialità)

Georgetown Cupcakes (111 Mercer Str.)

Il regno dei cupcake delle due sorelle Katherine e Sophie è molto popolare in America e forse qualcuno di voi già le conoscerà: le loro avventure quotidiane sono infatti raccontate dal reality  “La bottega dei cupcake” (titolo originale DC Cupcakes), in onda su Real Time. Il primo negozio è stato aperto a Washington e oggi la catena si è allargata in tutti gli USA, con una sede anche a SoHo. La location è molto “stilosa” e creativa, in linea con il quartiere, con opere d’arte in cui il soggetto principale sono naturalmente i cupcake. Devo dire che l’impatto è proprio quello che hai con una catena, quindi a mio avviso un po’ anonimo, dove tutto sembra una catena di montaggio. Ma i cupcake sono davvero ottimi e anche graziosi a livello estetico con piccoli decori a forma di fiorellino o la classica granella. La parte più difficile è la scelta dei gusti perché ce ne sono un’infinità, come caramello salato, cocco, cookie e crema, vegano alla carota, burro d’arachidi, ecc., alcuni dei quali fissi mentre altri variano di settimana in settimana o di stagione in stagione. Per curiosità ho provato quello vegano alla carota, che ho trovato leggero sia nell’impasto ma anche nella glassa…ne avrei mangiato volentieri un altro insomma! 🙂 Ci sono anche versioni senza glutine. Il prezzo di ogni cupcake è di $3.25.

Carrot Vegan Cupcake…è un peccato mangiarlo tanto è carino!!

Sweet Sugar Sunshine (126 Rivington St)

Per la serie “brutti ma buoni” i cupcake della Sweet Sugar Sunshine sono i miei preferiti, e non solo per il gusto: mi sento come se fossero quelli che preparerei io a casa, ovvero imperfetti, con la glassa spalmata con la paletta, un po’ “sbilenchi” ma genuini, semplici, leggeri e “simpatici”. Bizzarri anche nei nomi:personalmente ho provato l’Holla Back Girl con banana e crema di formaggio, e il Pumpkin con glassa al formaggio, zucca e noci, ma poi ce ne sono altri come il Sunshine con la glassa rosa alla vaniglia, il Sexy Red Velvet con i cuoricini rossi per gli innamorati, il Goodie Goodie con un binomio perfetto di cioccolato e burro d’arachidi. Poi la location ti dà la sensazione di essere davvero a casa: mobili colorati e cianfrusaglie che arrivano direttamente dalle case delle due giovani proprietarie o dai mercatini delle pulci e che creano un mix stravagante, vivace, talmente disordinato e assurdo da risultare perfetto. L’ho adorato anche per questo e anche per i prezzi economici: un cupcake costa 2,25 dollari.

I “brutti ma buoni”

Bake Crumbs Shop (diverse location)

Nata come una pasticceria a conduzione la Bake Crumbs Shop è oggi una catena con vari punti vendita non solo a New York, ma in tutti gli USA. I loro negozi non mi hanno entusiasmato a dir la verità, li ho trovati un po’ freddini e “in stile Starbucks”, pensati per lo più per prendere i dolcetti da asporto, tanto che al centro del negozio trovate un tavolino con delle confezioni già pronte di cupcake misti. È l’ideale se ad esempio siete di corsa, se volete andare a mangiarvi i cupcake al parco, se non avete voglia di fare la fila o siete eterni indecisi. Anche qui trovate una distesa di cupcake colorati di ogni gusto e ripieno, che a differenza di quelli citati in precedenza sono piuttosto giganti, quindi anche solo uno vi riempie abbastanza, oppure potete optare per le versioni mignon se volete assaggiarne più tipi. Ci sono le varietà classiche come vaniglia e cioccolato, fino a quelli più particolari, io in questo caso ho scelto la red velvet con glassa al formaggio e granella di zucchero e l’happy birthday che invece è fatto con un classico impasto alla vaniglia, ma è cosparso da granella colorata che fa tanto festa: devo ammettere che l’ho scelto solo per il nome, anche se non era il mio compleanno, ma a New York mi sentivo molto “Alice nel Paese delle Meraviglie” quindi festeggiavo il mio “buon non compleanno”! Se devo trovare un difettuccio, i cupcake di Bake Crumbs Shop sono per me un po’ troppo zuccherosi e stucchevoli. Il cupcake grande ha un prezzo di $4.  

Auguro a tutti un buon “non compleanno”!!