Se non fosse stato per il Covid quest’anno avrei percorso la Great Ocean Road per la terza volta. Non lo dico perché voglia stabilire un record come quello di fantomatici travel blogger che “hanno visitato 270mila paesi in un anno”, ma semplicemente per affermare che ci sono posti che mancano,  luoghi che dopo un po’ si ha la necessità di rivedere, di rivivere perchè ogni volta l’esperienza è stata bella e diversa da quella precedente. A me questo è accaduto con l’Australia, con Sydney e con la Great Ocean Road in particolare.

Cosa ha di tanto speciale la Great Ocean Road?

Partiamo dicendo che la Great Ocean Road è una strada che costeggia l’oceano nel sud del Victoria ed è particolarmente famosa per un tour in macchina in quanto lungo il suo percorso ci sono villaggi di surfisti e spiagge, formazioni rocciose e scogliere scoscese, ma anche una buona dose di foreste lussureggianti e fauna selvatica. Paesaggi incredibili e perfetti che paiono essere venuti su dal nulla, senza sforzo, ma poi scopri c’è voluto un lavoro della natura di milioni di anni.

È una di quelle strade da percorrere con la persona del cuore, un amico/a, un fratello o una sorella o la dolce metà. Perché per gran parte del viaggio sarete lì, con i piedi nella sabbia a respirare il profumo dell’oceano, a meravigliarvi di fronte a tramonti o meraviglie che spuntano dalle acque, ad intrufolarvi nei boschi alla ricerca di quei koala che vi avevano promesso avreste visto.  Vi meraviglierete della vita dei piccoli villaggi che scorre lenta, naturalmente in infradito, dei cieli notturni ricamati di infinite stelle, del vento che soffia sempre scompigliando i capelli e il cuore. Alla guida di un’auto vi sentirete in un’avventura epica, quella in cui siete costretti a guardarvi dentro, a guardare l’altro, a conoscervi un po’ di più. Perché fuori la natura tace e siete solo voi. Voi e nessuno altro (e qualche manciata di turisti cinesi).

loch Ard beach Great Ocean Road

Loch Ard beach Great Ocean Road

Dove si trova la Great Ocean Road?

La Great Ocean Road inizia a 90 minuti di auto dal centro di Melbourne. Si estende per 400 chilometri dalla città di Torquay a Nelson, al confine con l’Australia meridionale.

 

Cosa vedere lungo la Great Ocean Road?

Ci sono tante soste che potete fare lungo la Great Ocean Road, quindi più tempo avete meglio è, ma c’è anche chi fa tour di una giornata e si ferma solo in alcuni punti principali. Qui vi dico i miei preferiti:

 

TORQUAY

Ci vogliono solo 90 minuti da Melbourne per raggiungere la città di Torquay, una delle capitali mondiali del surf. La mecca dei surfisti è Bells Beach, dove i migliori surfisti del mondo si ritrovano ogni Pasqua per gareggiare nella competizione Rip Curl Pro. Torquay è anche la patria di due famosi brand di surf, Rip Curl e Quiksilver;  se siete interessati fate una sosta nei loro negozi per acquistare abbigliamento “in stile surfista” e da mare. Bells Beach è anche la location di una delle scene del film Point Break con Keanu Reeves.

Tip. Se cercate un posticino dove mangiare un buon hamburger provate il ristorante Bottle of Milk: dicono che facciano i migliori hamburger della città, non so se è vero ma di certo era buonissimo!

 

LORNE

Arrivare in auto nell’elegante cittadina di Lorne apre uno scenario pazzesco, con alberi che costeggiano le strade e l’acqua scintillante della baia. Lorne è considerata la versione victoriana di Byron Bay nel Queensland quindi chic, hippie e costosa.  Però è bello fermarsi a passeggiare sulla spiaggia lunga un chilometro e visitare le gallerie artistiche della cittadina.

OSSERVATE I KOALA A KENNETT RIVER

Se volete vedere un koala in natura, da Lorne proseguite sulla Great Ocean Road a sud-ovest e in circa 30 minuti arriverete alla cittadina di Kennett River. Kennet River è diventata una delle “capitali australiane di avvistamento di koala”, grazie al gran numero di questi animali nativi che se ne stanno comodamente assonnati sugli alberi di eucalipto che costeggiano la strada principale. E di certo gli abitanti li coccolano, “ospitandoli” sui loro balconi e dando loro acqua nei periodi più caldi!

GREAT OTWAY NATIONAL PARK

A breve distanza in auto da Kennett River si giunge in un modno totalmente diverso: la lussureggiante e misteriosa foresta pluviale del Great Otway National Park. Qui il mio consiglio è scendere dall’auto e incamminarsi su uno dei sentieri tra alberi coperti di muschio e piscine naturali orlate di felci. Se trascorrete la notte nella zona, non perdete l’occasione di andare un cerca di lucciole durante una passeggiata notturna a Melba Gully. Portate una torcia con voi.

GREAT OTWAY NATIONAL PARK

GREAT OTWAY NATIONAL PARK

APOLLO BAY

Poche città hanno una posizione incantevole come Apollo Bay, arroccata tra l’oceano e le colline, e i migliori ristoranti della città ne approfittano. Fermatevi a magiare del fish & chips seduti in spiaggia o concedetevi una cena gourmet in un ristorante fronte mare.

Tip. Cercate un buon gelato? Dooley’s Ice Cream ha vinto diversi premi e il loro gelato era davvero buono!

CAPE OTWAY LIGHTSTATION

Nel punto più meridionale della Great Ocean Road si trova il più antico faro superstite dell’Australia continentale. Costruito nel 1848 per prevenire i frequenti naufragi dell’epoca, il faro di Cape Otway ospita mostre che raccontano la storia della regione e offre l’opportunità di salire sul faro ed esplorare gli alloggi del guardiano del faro. Dopo aver scoperto il fascino di questo luogo potete fermarvi al negozio di souvenir e al Lightkeeper’s Cafe per un boccone prima di proseguire il viaggio.

I 12 APOSTOLI

Questo è ciò che tutti vengono a vedere: le gloriose “torri” di pietra calcarea conosciute come i 12 Apostoli che emergono dall’oceano. Non fatevi ingannare dal nome perché dei 12 faraglioni originali ora ne sono rimasti solo sette per via del vento e dell’erosione del mare. L’esperienza di ammirare queste formazioni rocciose dalla piattaforma, con chilometri di costa che si aprono di fronte è semplicemente indimenticabile.

12 Apostoli Australia

12 Apostoli Australia

 

GIBSON STEPS

I 12 Apostoli sono una delle fermate più iconiche lungo la Great Ocean Road, ma nelle vicinanze troverete un luogo bellissimo e poco visitato. Sono i Gibson Steps si trovano a soli due minuti di auto a sud del parcheggio dei 12 Apostoli e conducono ad una spiaggia spesso deserta. Come dice il nome, i Gibson Steo sono delle scale che dovete scendere per trovare una distesa di sabbia dorata.

Gibson Steps Beach

Gibson Steps Beach

LOCH ARD GORGE

Poco dopo i 12 Apostoli c’è uno spettacolo meno conosciuto, ma non per questo meno sorprendente: l’affascinante Loch Ard Gorge, che prende il nome di una nave che naufragò qui tanti anni fa. Per avere una prospettiva molto diversa su questo tratto di costa, scendete la rampa di scale fino alla spiaggia per vedere le imponenti formazioni rocciose da un’altra angolazione.

Loch Ard Australia

Loch Ard Gorge Australia

LONDON BRIDGE

Originariamente un arco naturale che si protende dalla scogliera, il London Bridge è crollato nel 1990 ed è diventato un ponte….a metà! Prima del crollo, i visitatori potevano attraversarlo.

London Bridge Great Ocean Road

London Bridge Great Ocean Road