Circondata da scintillanti corsi d’acqua e riserve naturali dichiarate Patrimonio dell’Umanità, Sydney è ricca di affascinanti destinazioni per gite di un giorno. Una delle cose che amo di più di Syndey è che puoi fare una gita di un giorno e…restare sempre a Sydney! Assurdo, vero? Viaggi per un’ora e praticamente rimani sempre a Sydney ma il paesaggio cambia totalmente.

A breve distanza dalla città puoi vedere la bellezza selvaggia delle Blue Mountains, navigare lungo il fiume Hawkesbury o crogiolarti su una delle iconiche spiagge dorate di Sydney. Se invece amate la cultura potete trascorrere una giornata esplorando le gallerie, i musei e i memoriali di Canberra, la capitale della nazione, o passeggiare lungo un sentiero del patrimonio aborigeno nel bellissimo Parco Nazionale del Ku-ring-gai. Eccovi alcuni delle migliori (e le mie preferite) gite di un giorno da Sydney.

Parco nazionale Blue Mountains

Patrimonio mondiale dell’UNESCO dalla bellezza mozzafiato, le Blue Mountains sono una delle gite di un giorno più popolari da Sydney. Da dove prendono il nome? Semplice: l’olio nelle foglie di eucalipto profuma l’aria e infonde una foschia blu sul parco, ispirando il nome di questo luogo. Turisti e gente del posto vengono qui per immergersi nella natura selvaggia incontaminata, con fitte foreste di eucalipti, aspre gole, cascate, pitture rupestri aborigene e oltre 140 chilometri di sentieri escursionistici.

I punti salienti sono le massicce formazioni rocciose chiamate le Tre Sorelle, le preferite dai fotografi, Bridal Veil Falls e il viaggio panoramico sulla Jamison Valley a bordo della Katoomba Scenic Railway. Ma non è finita qui: ci sono anche giardini botanici, piccoli villaggi e persino un “canyon segreto!”. I punti panoramici mozzafiato abbondano in tutto il parco.

È possibile arrivare alle Blue Mountains in treno dalla stazione centrale di Sydney scendendo a Blackheath o Katoomba oppure prendendo parte ad un tour.

La Hunter Valley

A circa 250 chilometri da Sydney, la Hunter Valley è una popolare fuga dalla città e un punto di riferimento per i buongustai e gli amanti del vino. Questa bellissima e fertile valle è una delle regioni vitivinicole più antiche dell’Australia ed è anche nota per i suoi prodotti freschi e cibi artigianali, come formaggi, mostarde, cioccolato, oli aromatici, olive e delizioso miele dorato. I ristoranti della regione mettono in luce la gastronomia locale in deliziosi menu degustazione. Ma nella Hunter Valley non si mangia solamente! Puoi fare escursioni nella natura selvaggia profumata di eucalipto dei parchi nazionali di Barrington Tops e Wollemi, dichiarati Patrimonio dell’Umanità, o esplorare l’elegante architettura della regione su sentieri storici. Nel XIX secolo, la Hunter Valley era un fiorente centro minerario di carbone e molte delle antiche dimore della zona riflettono la prosperità del passato. Fermati nei musei regionali per saperne di più sulla ricca storia della zona. Per chi ha poco tempo per esplorare l’area, i giri in mongolfiera o in elicottero sono un ottimo modo per immergersi nello scenario.

Manly Beach

Ok, tecnicamente non è proprio fuori Sydney, ma se non avete molto tempo e volete andarvene in spiaggia, allora vi consiglio di optare per Manly.
Banchettare con fish and chips in spiaggia è una delle esperienze che dovete fare e Manly è tra i migliori posti. Da Circular Quay, questo famoso sobborgo sulla spiaggia è un giro panoramico di 30 minuti in traghetto, con molte opportunità fotografiche lungo il percorso (Opera House e Sydney Harbour Bridge inclusi!). Una volta qui, puoi goderti una dose di cultura balneare australiana, crogiolarti sulle sabbie dorate, nuotare, fare surf oppure passeggiare lungo il Corso, il grande viale pedonale di Manly, dove ti aspettano negozi, ristoranti e caffè. Al Manly SEA LIFE Sanctuary, puoi vedere tartarughe marine, pesci tropicali e squali. E sì, ci sono molti negozi di fish ‘n’ chip in questo sobborgo sul mare. Porta la tua macchina fotografica per scattare splendide foto della Sydney Opera House dal traghetto.

Manly to Spit Bridge Walk
Manly to Spit Bridge Walk

Crociera sul fiume Hawkesbury

A circa un’ora a nord-ovest di Sydney, l’Hawkesbury è uno dei fiumi più belli dell’Australia e ha svolto un ruolo importante nei primi giorni della colonia del New South Wales. I primi coloni arrivarono nella zona nel 1794 stabilendovi delle fattorie che ancora oggi punteggiano le campagne della zona, mentre distese di bush incontaminato fiancheggia il fiume. I piccoli villaggi della regione e le principali città di Windsor e Richmond offrono molte attrazioni turistiche, come edifici storici, gallerie, giardini, musei e mercati.

Sul fiume ci si può cimentare in diversi sport acquatici, in particolare nei suoi ampi tratti inferiori tra Brooklyn e Pittwater. Il modo migliore per esplorare questo meraviglioso corso d’acqua è in barca. Brooklyn, Bobbin Head, Berowra Waters e Wisemans Ferry offrono tutti il ​​noleggio di barche ma puoi anche partecipare a una crociera e godervi il paesaggio.

Il fiume Hawkesbury è circondato da quattro parchi nazionali. Forma un confine del Ku-ring-gai Chase National Park, a nord di Sydney, e il confine meridionale del Brisbane Water National Park. A nord-ovest si trova il Parco Nazionale di Dharug, famoso per i suoi disegni rupestri aborigeni, ea nord di Broken Bay si trova il Parco Nazionale di Bouddi. Tutti offrono ottime possibilità di escursioni e uno spaccato di natura poco distante dalla città.

Parco nazionale Ku-ring-gai Chase

A circa 45 minuti a nord del CBD di Sydney, puoi rifugiarti nella natura al Ku-ring-gai Chase National Park, il secondo parco nazionale più antico dell’Australia. Prende il nome dagli aborigeni che originariamente vivevano in questa zona e offre uno splendido scenario, che spazia da baie tranquille, insenature boscose, foreste pluviali e foreste di eucalipto, allo spettacolare West Head, con viste scintillanti della costa. Da qui, puoi ammirare le acque blu di Pittwater, nonché Broken Bay, Barrenjoey Headland, Lion Island Nature Reserve e la costa centrale.

Qui puoi fare escursioni nei numerosi sentieri naturali, andare alla scoperta della fauna selvatica (tra cui un singolare tacchino selvatico!), e raggiungere piccole spiaggette nascoste. Più a nord da qui c’è Palm Beach sobborgo ricco ed elegante e il posto perfetto per crogiolarsi sulla sabbia dorata, nuotare, fare surf, godersi un picnic o cenare in un bar sulla spiaggia.

Royal National Park

Circondato da 21 chilometri di spiagge e scogliere aspre, il Royal National Park è un paradiso per chi ama la natura, ma quella libera da ogni cementificazione. Istituito nel 1879, è il secondo parco nazionale più antico del mondo e si trova a circa un’ora di auto a sud del CBD di Sydney. Il fiume Hacking scorre per quasi tutta la sua lunghezza, creando fantastiche opportunità per chi ama la pesca e la navigazione. I tantissimi sentieri permettono di godersi meravigliose passeggiate nel bush per poi “sbucare” in cascate nascoste e spiaggette affiancate da casette che pensate esistano solo nei sogni. Lungo la costa, il nuoto, lo snorkeling, il surf, la pesca e l’osservazione delle balene sono attività popolari. Per accedere al parco si può guidare o prendere un traghetto da Cronulla, mentre alcuni sentieri pedonali sono accessibili dalle vicine stazioni ferroviarie.


Canberra: la capitale dell’Australia


C’è un detto australiano che dice “vedi Canberra e poi muori…dalla noia!”. Molti pensano sia una città spenta ma dipende un po’ da quali sono i tuoi interessi. Ricca di attrazioni culturali, Canberra ospita ottimi musei, gallerie d’arte e memoriali. La capitale dell’Australia si trova a circa tre ore di auto da Sydney e una distanza simile da Melbourne, un sito scelto non a caso nel 1908 come compromesso tra queste due città rivali che si contendevano il titolo di capitale. Progettato dal pluripremiato architetto americano Walter Burley Griffin e sua moglie, Marion Mahony Griffin, Canberra presenta ampi parchi, giardini colorati e un bizzarro layout geometrico con la maggior parte delle principali attrazioni turistiche che si aprono a ventaglio dal Lago Burley Griffin, il lago artificiale che è il fulcro della città.

Mentre sei lì, puoi visitare la sede del Parlamento, il New Parliament House, inaugurato nel 1988 dopo un ampio rinnovamento, mentre l’Old Parliament House è ora sede del Museum of Australian Democracy. Altri punti salienti includono il National Museum of Australia, Questacon – il National Science and Technology Centre, la National Library, la National Gallery of Australia, la National Portrait Gallery e il commovente Australian War Memorial. Per apprezzare il design della città, raggiungi la cima del Monte Ainslie, alto 843 metri. Si riesce a vedere tutte le principali attrazioni in un giorno, prendendo parte ad un tour guidato o organizzando bene l’itinerario.

Parliament House Canberra